Piante e prospetti del teatro Carlo Felice di Genova...

print this page

Piante e prospetti del teatro Carlo Felice di Genova inventato e diretto da Carlo Barabino architetto della città di Genova ... coll'aggiunta del progetto di altro teatro anteriormente ideato dallo stesso autore 

Misure: 48x32x1 cm

L’opera illustra la progettazione del Teatro Carlo Felice di Genova, realizzato dall’architetto Carlo Barabino. Nel 1825, su ordine del Marchese Ettore Veuillet D’Yenne, governatore generale della città di Genova, Barabino inizia il suo primo progetto per il nuovo teatro, privilegiando la forma ellittica, l’uso dei palchetti e dei portici. Successivamente il vice presidente della Direzione de’ Teatri, il Marchese Antonio Brignole Sale, incarica l’architetto di realizzare un secondo progetto, in cui i portici esterni avrebbe dovuto integrare quelli preesistenti sotto il palazzo della Biblioteca civica. Barabino dota il nuovo teatro di ingressi più comodi e scale più ampie per migliorare il deflusso degli spettatori e decora la facciata con un pronao con colonne di ordine dorico.

Il volume è corredato di 15 tavole incise da matrice in rame, che illustrano la pianta della platea, le piante dei cinque ordini di palchi del primo progetto e quelle del secondo progetto effettivamente eseguito. In calce al volume è presente una tavola che mostra l'idea progettuale mai realizzata dell'architetto Luigi Canonica, di cui Barabino riprese la pianta della platea.

Il Teatro Carlo Felice venne inaugurato il 7 aprile del 1828, alla presenza dei sovrani del Regno di Sardegna, il re Carlo Felice e la regina Maria Cristina. Nel secolo successivo, l’edificio venne distrutto, a seguito dei bombardamenti della Seconda Guerra Mondiale, e poi ricostruito sul progetto degli architetti Ignazio Gardella e Aldo Rossi.


Vai al CATALOGO