Il teatro Massimo Vittorio Emanuele in Palermo

print this page

Il teatro Massimo Vittorio Emanuele in Palermo G.F.B. Basile, architetto (1896)

Misure: 53x38,5x1,5 cm

L’opera è un ricordo offerto ai congressisti del VII Congresso Nazionale Italiano e del I Congresso Internazionale degli Ingegneri ed architetti, tenutosi a Palermo nel 1892, per commemorare l’architetto Giovanni Battista Filippo Basile, venuto a mancare l’anno precedente. 

L’ingegnere Achille Albanese, nelle prime pagine riporta una breve biografia dell’illustre architetto. Successivamente vengono esposte le informazioni riguardanti la costruzione del Teatro Massimo Vittorio Emanuele, per il quale fu indetto un concorso nel 1864, vinto da Basile, il quale poté iniziare i lavori nel gennaio del 1875. Dopo la sua morte, il Comune di Palermo incaricò suo figlio, Ernesto Basile, di ultimare l’opera. Il volume prosegue descrivendo le varie parti e i dati tecnici relativi all’edificio teatrale.

Il Teatro Massimo rimane tutt’oggi il più grande edificio teatrale lirico d'Italia ed il terzo in Europa. Esso sorge sulle aree della chiesa delle Stimmate e del monastero di San Giuliano, i quali vennero demoliti alla fine dell'Ottocento per far posto all'imponente costruzione. L’influenza dell’architettura greco-romana è già visibile dall’esterno, dove si trova un pronao con colonne corinzie, elevato su una monumentale scalinata. L’edificio è sovrastato da una cupola emisferica di cui l’architetto tratta in un’altra opera, ovvero Calcolo di stabilità della cupola del Teatro Massimo di Palermo del 1876. La sala, a ferro di cavallo, ha cinque ordini di palchi e i tramezzi, posti fra di essi, sono tracciati in maniera tale da garantire la miglior visione del palcoscenico da ogni punto.

Le tavole presenti nel volume illustrano il pian terreno, il primo e secondo ordine di logge e un raffronto con le piante del teatro di Vienna e dell’Opéra di Parigi. Vi è, inoltre, il prospetto principale del Teatro Massimo e la veduta esterna dell’intero edificio e del portico centrale. 

Vai al CATALOGO