Histoire naturelle des oiseaux di Georges Buffon

print this page

Georges-Louis Leclerc, comte di Buffon, naturalista e filosofo francese, è stato un esponente del movimento scientifico legato all'Illuminismo. Con le sue teorie influenzò le generazioni successive di naturalisti, in particolare gli evoluzionisti Lamarck e Darwin. Alle descrizioni minuziose dei naturalisti del primo Settecento che ricercavano nella natura la perfezione meccanica del grande disegno divino, Buffon contrappose una visione plastica e immediata degli animali:  la materia non è passiva, ma attiva. La natura è caratterizzata da un processo continuo di interazione fra cause ed effetti, che deve essere seguito risalendo al passato. In tal modo la storia naturale diviene storia della natura.

La sua grande opera è l'Histoire naturelle, générale et particulière, in 36 volumi apparsi dal 1749 al 1789, di cui 8 postumi grazie al lavoro di Bernard Lacépède. Buffon vi incluse tutto il sapere dell'epoca nel campo delle scienze naturali.

L’opera consta di quattro parti tra cui l’Histoire naturelle des oiseaux, nove volumi dedicati agli uccelli, alla cui stesura collaborò anche l'abate Bexon.

Nel tomo esposto, che comprende 27 tavole di uccelli, galli, pavoni, ecc, incise da Jacques DeSeve, possiamo osservare in particolare una rappresentazione del piccione-pavone, un piccione capace di far ruotare la coda come un pavone, diffuso all’epoca per lo più nelle Filippine. Questa tavola dimostra l’interesse di Buffon per gli animali esotici e per le forme di ibridazione.

Per saperne di più sul autore, clicca qui.

Per una descrizione più completa dell'opera, clicca qui.

Vai al catalogo.

Accedi alla versione completa del libro.