Il primo incontro con la Botanica

print this page

L’opera del De Notaris si sviluppa soprattutto nello studio delle "piante inferiori", un tempo conosciute con il nome di Crittogame. Tuttavia egli lasciò importanti tracce anche nel campo delle piante superiori, o Fanerogame, che furono oggetto della sua tesi. De Notaris pubblicò 32 articoli sulle Fanerogame, e mise a disposizione dei grandi botanici italiani Cesati e Bertoloni diversi esemplari di piante superiori e schede per le loro pubblicazioni (Mariotti, 1991). Tra le date salienti che riguardano l'attività di De Notaris in questo campo, ricordiamo (Mariotti, 1991):

  • 1830: prime esplorazioni botaniche lungo i contorni del lago Maggiore e nella Pianura Padana.
  • 1835-1837: doppia spedizione di esplorazione in Sardegna e, poco dopo, pubblicazione assieme a Moris dell’elenco delle piante fanerogame e crittogame dell’isola di Capraia.

  • 1841: studio delle Fanerogame di Egitto e Sudan raccolte da Antonio Bey Figari. In questo studio De Notaris eseguì numerosi disegni e descrizioni estremamente dettagliati, sebbene la classificazione delle piante sia stata poi revisionata.

  • 1844: pubblicazione del Repertorium Florae Ligusticae, in cui viene raddoppiato il numero di Fanerogame ligustiche conosciute (2158 specie) e che comprende metà delle unità tassonomiche presenti sul nostro territorio.

  • 1846: pubblicazione del Prospetto della Flora ligustica in cui sono analizzate affinità e diversità tra dominio mediterraneo e boreale (che in Liguria entrano in contatto).

In questo campo non va dimenticato che il De Notaris si occupò spesso della creazione e sistemazione degli erbari nelle varie sedi in cui egli trascorse la propria vita, sia con esemplari da lui stesso raccolti, sia con esemplari che gli venivano inviati da colleghi italiani e stranieri tramite scambi. 

Il Fondo De Notaris raccoglie diverse opere che trattano tematiche inerenti alle piante superiori. Ci sono scritti riguardanti i loro organi e strutture principali (fiori, foglie, semi), opere che trattano piante da frutto (arancio, fico, pesco), piante carnivore e diverse famiglie o generi specifici, opere che analizzano importanti processi come l'impollinazione. Diversi sono gli autori di queste opere, sia a livello nazionale che a livello internazionale, inclusa qualche opera dello stesso De Notaris.